cliccare per visualizzare il menu

Provincia di Imperia

QUADRO STRUTTURALE Proposte di Piano - Turismo

QUALITA’, INTEGRAZIONE, SOSTENIBILITA’ NELLO SVILUPPO DELLE FILIERE TURISTICHE

Il ruolo centrale del Turismo nei confronti dell'Economia provinciale è cosa riconosciuta a tutti i livelli e per tutti i settori d'attività ed è quindi ragionevole ritenere che da parte di tutti sia intervenuta una presa di coscienza sulle attenzioni da porre a quegli aspetti, in particolare anche esteriori, che producono effetti sull'offerta turistica della nostra provincia.

Il ruolo assegnato dalla legge urbanistica regionale al Piano Territoriale di Coordinamento in materia di Turismo è quello di stabilire, con riferimento ad ambiti territoriali omogenei di livello sovracomunale, l'organizzazione complessiva:
"……………degli ambiti turistici omogenei, dettando gli indirizzi di programmazione circa il ruolo ed il carattere specifico dell'offerta turistica di ciascun ambito".

Sulla base delle complessive indagini conoscitive sviluppate ed espresse nelle Relazioni Fondative al Piano, si propone una visione integrata della realtà provinciale per la frequente interconnessione, all'interno della funzione turistica, di diversificati settori e anche di aspetti di conflittualità o comunque di sfrido. Obiettivo importante è quindi quello di migliorare le relazioni e le sinergie, promuovere la crescita di una struttura turistica qualificata e il conseguimento del miglior risultato in un quadro organico di sistema.

A fronte dei proponimenti di indirizzo espressi nel Documento degli obiettivi relativamente al settore tematico in trattazione, si esprimono orientamenti ed indicazioni anche di prospettiva programmatoria, inerenti:

  1. il riconoscimento delle più emergenti vocazionalità, in chiave turistica, relazionate ad aggregazioni territoriali, attraverso le quali promuovere al meglio la valorizzazione delle risorse specifiche, l'articolazione ovvero la diversificazione dell'offerta (nel tempo e nello spazio), evitando le concorrenzialità locali e migliorando l'attrattività complessiva provinciale e la competitività del nostro territorio rispetto alla concorrenza esterna;
  2. il sostegno efficace, attraverso la correlazione e reciproca integrazione degli strumenti pianificatori e programmatori, allo sviluppo economico del settore;
  3. l'individuazione di una serie di interventi ed iniziative strutturanti, in particolare per conseguire un adeguato livello quali - quantitativo delle "attrazioni", indispensabili motori d'attivazione di una domanda continuativa nel tempo;
  4. lo stimolo alla qualificazione e diversificazione in particolare nell'offerta ricettiva;
  5. l'individuazione di indirizzi e suggerimenti per la comune azione verso un'elevata qualità d'immagine del nostro territorio provinciale (paesaggio naturale e costruito) e un buon livello delle prestazioni funzionali e quindi, nel complesso, della qualità della vita e della fruizione turistica.

Il ruolo più efficace del PTC e' proprio quello di poter pianificare in forma coordinata la realizzazione degli elementi strutturanti lo sviluppo turistico secondo una visione complessiva unitaria del territorio imperiese, in un settore d'attività che è assolutamente fondamentale per l'economia provinciale come ha ben evidenziato l'analisi di Quadro fondativo.

A scala territoriale, in adempimento a quanto richiesto all'art. 20 della L.R. 36/97, sono state riconosciute due grandi aggregazioni tipologiche d'Ambito, la Fascia costiera e l'Entroterra montano, caratterizzate da diversa rapportualità, alternativamente diretta o indiretta, con le nostre risorse turistiche principali, cioè il mare e la montagna alpina.
Alla scala più locale sono presenti delle articolazioni nella vocazionalità d'offerta, di fatto o potenziali, riferibili ad aggregazioni di comuni contermini; queste articolazioni, valorizzate e sostenute da opportuni interventi strutturali, possono accrescere gli argomenti d'attrazione e stimolare ulteriormente la domanda turistica verso il territorio provinciale.
 

 

PROPOSIZIONE N° 31

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

PRUSST DEL PONENTE LIGURE: RIUSO LINEA FS DISMESSA OSPEDALETTI-SAN LORENZO AL MARE PER LA REALIZZAZIONE IN CONTINUITA' DI UNA PISTA CICLABILE COSTIERA, PASSEGGIATA ED EVENTUALE LINEA DI TRASPORTO INNOVATIVO CON FINALITÀ TURISTICA

DESCRIZIONE Si da' atto della previsione progettuale presente nel programma PRUSST denominato "Riuso dell'ex ferrovia del ponente ligure nella tratta Ospedaletti - S. Lorenzo al Mare" (Accordo Quadro stipulato l'8 Marzo 2002), previsione che è ritenuta di grande rilievo per migliorare le condizioni d'offerta turistica nell' Ambito Fascia costiera e risulta in grado di generare nuova domanda turistica, oltre ad apportare evidenti positivi effetti nella qualità della vita per i residenti.
TIPO Progetto strategico (Regione Liguria, comuni territorialmente interessati )
PROCEDURE ATTUATIVE Come da Accordo Quadro stipulato l'8 Marzo 2002 in applicazione Decreto Min. LL.PP. 8.10.1998
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

 

 

PROPOSIZIONE N° 32

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

REALIZZAZIONE PISTA CICLABILE COSTIERA DAL CONFINE OVEST A CAPO S. AMPELIO E STUDIO DEL COLLEGAMENTO AD OSPEDALETTI

DESCRIZIONE Si prevede il prolungamento della pista ciclabile in particolare per consentire il collegamento in continuità con il territorio francese e quale occasione per la messa a sistema delle risorse d'attrazione presenti in più ampia fascia al contorno
TIPO Progetto strategico (Regione, Provincia e Comuni territorialmente interessati)
PROCEDURE ATTUATIVE A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

 

 

PROPOSIZIONE N° 33

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

REALIZZAZIONE PISTA CICLABILE COSTIERA DA S. LORENZO AL MARE A CERVO

DESCRIZIONE Ci si fa carico di indicare, in correlazione con le previsioni di riutilizzo della futura dismettenda linea FS, la prosecuzione della pista ciclabile costiera sino a circa il confine Est provinciale
TIPO Progetto strategico (Regione, Provincia e Comuni territorialmente interessati)
PROCEDURE ATTUATIVE A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza di Servizi o Accordo di Programma
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

 

 

PROPOSIZIONE N° 34

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

INTERVENTI DI PROTEZIONE-RIQUALIFICAZIONE DEI LITORALI:
34 a) Riqualificazione litorale in comune di Ospedaletti (dal rio Porrine a Capo Nero)- PRUSST del Ponente Ligure;
34 b) Riqualificazione litorale in comune di Sanremo (da Pian di Poma a Lido Foce e da Punta S. Martino a Villa Capo Verde)- PRUSST del Ponente Ligure;
34 c) Riqualificazione litorale in comune di Riva Ligure (da Foce Argentina al rio Caravello)- PRUSST del Ponente Ligure
34 d) Riqualificazione litorale di fronte abitato S. Stefano al Mare- PRUSST del Ponente Ligure
34 e) Riqualificazione litorale in comune di Cipressa (da Torre Aregai a Torre dei Marmi) - PRUSST del Ponente Ligure
34 f) Difesa e ripascimento spiagge tra Capo Mortola e Capo S. Ampelio nei comuni di Bordighera, Vallecrosia, Camporosso e Ventimiglia (Ob.2 misura 2.5)
34 g) Difesa tratto compreso tra T. Steria e Capo Cervo (Ob.2 misura 2.5)

DESCRIZIONE Si dà atto di progetti per la gran parte in avanzata definizione relativi ad interventi sull'interfaccia mare-linea di costa finalizzati al miglioramento dell'offerta turistica balneare e rientranti nel PRUSST del Ponente Ligure o già oggetto di accordi istituzionali o programmi di finanziamento pubblico.
TIPO Indicazione
PROCEDURE ATTUATIVE Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento, a recepimento di pianificazione sovraordinata o di accordi già attivati.

 

 

PROPOSIZIONE N° 35

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

NUOVA PORTUALITA' TURISTICA (O AMPLIAMENTI - RISTRUTTURAZIONI):
35 a) VENTIMIGLIA Nuovo porto turistico, 500 PE12=
35 b) BORDIGHERA mpliamento porto turistico, +200 PE12(350=)
35c) SANREMO- PORTO PUBBLICO Ristrutturazione porto turistico 450 PE12= (PRUSST Pon.Ligure)
35 d) SANREMO- PORTOSOLE Ristrutturazione porto turistico 1050 PE12
35 e) ARMA DI TAGGIA Ampliamento porto turistico (att.50 PE12) +
35 f) S.LORENZO AL M. Nuovo porto turistico 300 PE12=(PRUSST Pon.Ligure)
35 g) PORTO MAURIZIO Ampliamento porto turistico + 1100 PE12 (1500=)
35 h) DIANO MARINA Ampliamento porto turistico + 300PE 12 (450=)
35 i) OSPEDALETTI Nuovo Porto Turistico (PRUSST Pon.Ligure e Conferenze Servizi del 15.06.2006 e 22 .06.2006)
35 l) CAPO NERO Ampliamento approdo minore protetto (PRUSST Pon.Ligure)
35 m) RIVA LIGURE Ristrutturazione specchio acqueo attrezzato con pontili galleggianti (PRUSST Pon.Ligure)
35 n) S . STEFANO Ristrutturazione specchio acqueo attrezzato (PRUSST Pon.Ligure)
35 o) COSTARAINERA Nuova area attrezzata su piazzale (PRUSST Pon.Ligure)
35 p) CAPO MIMOSA Ristrutturazione specchio acqueo attrezzato con pontili galleggianti

DESCRIZIONE Si da atto delle previsioni ed indirizzi contenuti nel P.T.C. della Costa indicando la portualità prevista nel detto Piano e non ancora compiutamente realizzata
TIPO Indicazione
PROCEDURE ATTUATIVE Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento, a recepimento di pianificazione sovraordinata

La Tavola n°50 riporta previsioni esplicite per ampliamenti e nuovi insediamenti relativi ai porti turistici e impianti nautici minori.

 

PROPOSIZIONE N° 36

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

SVILUPPO TURISTICO DELL'ENTROTERRA MONTANO

DESCRIZIONE Si riferisce al proponimento ed attuazione di un programma integrato di iniziative coinvolgenti il territorio interno provinciale secondo cinque principali settori di intervento: INFRASTRUTTURE E SERVIZI DI BASE, TURISMO CULTURALE, TURISMO NATURALISTICO, TURISMO SPORTIVO, PRODUZIONI AGRICOLE E TURISMO
TIPO Area di qualificazione
PROCEDURE ATTUATIVE La Provincia attiva un tavolo di lavoro per la definizione della proposta progettuale od attuativa; a compiuta definizione si procede tramite Accordo di Programma, Accordo di Pianificazione od altra pertinente forma di concertazione/autorizzazione
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

Si considera quale impegno principale per il Piano Territoriale di Coordinamento provinciale il procedere verso lo sviluppo sostenibile (art. 2 della L.R. 36) privilegiando azioni di tutela dei valori ecologico-ambientali "d'alto pregio" e delle risorse vitali "non riproducibili" e operando per il riequilibrio delle situazioni di grave marginalità specie ove risulti evidente che non si può che agire per mano pubblica al fine di consentire un'inversione di tendenza.

E' stato coerentemente elaborato uno schema di piano strategico integrato per lo sviluppo turistico dell'Ambito Entroterra montano che a partire dal riconoscimento dello stato e delle vocazioni specifiche dei luoghi, propone azioni coordinate (tutte pienamente aderenti ai principi della sostenibilità ambientale) realizzabili in tempi ragionevolmente brevi. L'integrazione è intesa spazialmente, per settori d'attività, per soggetti attuatori pubblici e privati, per fonti di possibile sostegno finanziario.

Punti cardine e priorità rivestono i temi della riqualificazione (strutturale e turistica) della viabilità principale a partire dall'asse montano di collegamento funzionale e dalle strade di particolare interesse turistico (in ordine alle quali la Provincia si è già dotata di un apposito studio progettuale) e dell'entrata in funzione del Parco delle Alpi Liguri. L'obiettivo da perseguire è anche quello di consentire all'Entroterra montano l'acquisizione, in chiave turistica, di una propria identità d'immagine ed operativa.

Il quadro descrittivo dello Schema di piano è di seguito riportato:

SETTORE

ARGOMENTI (RISORSE) INIZIATIVE DA REALIZZARE
INFRASTRUTTURE E SERVIZI DI BASE Viabilità provinciale, ricettività, spazi pubblici, recupero residenza, servizi di base e a supporto delle attività turistiche Attuazione interventi di recupero dei centri storici (con attenzione alla qualità degli interventi architettonici)
Messa in efficienza dell'Asse Montano di Collegamento funzionale (anche per percorrenze con piccoli pullman) e di viabilità minore d'importanza turistica (nel quadro di sistema della rete provinciale e per finalità turistiche diversificate)
Realizzazione, con attenzione alla qualità d'immagine complessiva, di complementi d'arredo indispensabili ai fini della valorizzazione turistica (cartellonistica, illuminazione, spazi sosta in punti panoramici…) e spazi eventuali per fruizione turistica (soste attrezzate per camper, subordinatamente alla disponibilità di aree)
Adeguamento e diversificazione ricettività (mancano campeggi e aree camper, locande ed ostelli, in funzione delle tipologie d'utenza e del sistema degli itinerari che si sono organizzati); attenzione alle esigenze del turismo giovanile (es. realizzazione di rete di strutture e spazi di accoglienza per lo scoutismo attraverso il riuso di edifici pubblici dismessi e sistemazione aree per campeggio)
Mantenimento (azioni di sostegno) dei servizi essenziali (per vivibilità) e mantenimento - realizzazione servizi per il turismo (trasporto pubblico, sanità, uffici postali, banche…)
CULTURA (TURISMO) Nuclei storici di pregio, Musei, Beni Culturali e Manufatti emergenti di alto valore, Itinerario Barocco, Linea delle fortificazioni e Forti,
…ITINERARI E STRUTTURE
Nuclei: recupero abitabilità, spazi di servizio e offerta di immagini di qualità per attrazione turistica (in particolare anche straniera)
Musei: concetto della diversificazione delle tematiche e correlazione in rete delle strutture esistenti (migliorabili); realizzazione di 2 nuove strutture (Nava per Fortificazioni e Col di Nava per Fauna selvatica locale)
Beni e Manufatti Emergenti: tutela, cura valorizzazione, in specie se collegata con itinerari tematici (vedi strada del Barocco)
Fortificazioni e forti: recupero strutturale e valorizzazione turistica di manufatti attrattivi; promozione della tematica nei suoi vari aspetti (compresa la struttura museale sopraindicata)
Norme d'indirizzo (ed eventuali altri sostegni) per tutela tipicità costruttive, armonia, qualità complessiva e basso impatto dei materiali d'uso per interventi edilizi. Obiettivo: alta qualità d'immagine e tutela identità
NATURA (TURISMO) Siti e presenze ecologiche - biodiversità - di eccezionale valore (riconosciuto a livello internazionale), aree protette, alto valore d'immagine del paesaggio naturale, emergenze geologiche, escursionismo
ITINERARI E STRUTTURE

Attivazione Parco e creazione strutture d'appoggio nelle relative “porte” (3 valli) Realizzazione Museo della Fauna selvatica con collegamenti a siti ecologici (itinerari) distribuiti sul territorio.
Rete provinciale dei sentieri (manutenzione e migliorie- esigenze di nuova ricettività in punti strategici) e raccordi con circuiti locali coordinati; norme d'indirizzo per segnaletica e cartellonistica.
Migliore conoscenza dei valori naturalistici (Rete Natura 2000) ai fini della tutela, valorizzazione, gestione (anche correlato con studio utilizzo biomasse per ipotesi di produzione energia e altre iniziative di valorizzazione, eventuali fondi comunitari)

SPORT(TURISMO) Mountain Bike, percorsi a cavallo, torrentismo - speleologia - parapendio - alpinismo, efficienza strutture sportive locali, nuove strutture di richiamo (es. piste su ghiaccio), Monesi
ITINERARI E STRUTTURE
Realizzazione rete MTB provinciale, con strutture ed eventi correlati, idem per percorsi a cavallo ecc. (priorità di appoggio a realtà ricettive già esistenti )
Migliorie a strutture sportive esistenti, nuova struttura coperta a Pieve di Teco e progetto pilota per piste da ghiaccio coperte mediante utilizzo energia alternativa (utilizzo possibile per tutto l'anno)
Recupero Monesi: nuova seggiovia (realizzazione pubblica e affidamento gestione privata), accordo di programma per affinamento realizzazioni ricettive e per viabilità
AGRICOLTURA(PRODUZIONI E TURISMO) Genuinità dei prodotti ad altissima richiesta, salubrità del territorio, ancora diffusa autenticità del costruito, potenzialità di recupero di strutture costituenti memoria storica
ITINERARI, INTERVENTI, STRUTTURE
Messa a sistema (e correlazioni per armonizzare anche la segnaletica e produrre sinergie) degli itinerari di filiera sulle produzioni tipiche locali; interventi per riqualificazione del paesaggio agricolo in relazione alle percorrenze e siti promozionali (es: manutenzione oliveti in abbandono, risistemazioni aree agricole e siti di visita, recupero tipici edifici produttivi rurali…), sostegno alla caratterizzazione dell'offerta gastronomica (turismo eno-gastronomico) in relazione alle produzioni tipiche locali
Attivazione (supporto, sostegno) di progetti per produzioni di tipo biologico anche innovative (progetti pilota per olivicoltura biologica a Baiardo, sviluppo vivaio forestale per produzioni ai fini interventi ingegneria naturalistica; ipotesi filiera "frutti minori"…)
Realizzazione strutture (es. macello pubblico, punti vendita, impianto energetico alternativo d'utilizzo biomassa,..)

 

 

PROPOSIZIONE N° 37

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

SISTEMA DELLE ATTREZZATURE PER LO SVILUPPO TURISTICO

DESCRIZIONE Si riferisce a interventi di realizzazione di manufatti strutturanti il miglioramento dell'offerta di "attrazioni" turistiche sul territorio
ATTREZZATURA TIPO PROCEDURE ATTUATIVE EFFICACIA DELLE PREVISIONI
37 a) Museo del Forte Centrale di Nava in Pornassio sul tema delle fortificazioni militari Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Indirizzo e coordinamento
37 b) Museo della Fauna Selvatica locale a Col di Nava - Pornassio Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Indirizzo e coordinamento
37 c) Museo del territorio della Valle Arroscia presso Madonna della Ripa in Pieve di Teco e altri edifici in altri comuni della vallata: Mendatica, Montegrosso P.Latte, Cosio d'Arroscia, Rezzo, Vessalico, Borghetto d'Arroscia, Aquila d'Arroscia, Ranzo, Pornassio Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 d) Museo Osservatorio dei Cetacei in Imperia Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 e) Museo della Bicicletta in Aregai - S. Stefano al Mare (PRUSST del Pon.Ligure) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 f) Museo della Grotta dell'Arma - Taggia (PRUSST del Pon.Ligure) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 g) Museo Area archeologica di Ventimiglia (Antiquarium) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Indirizzo e coordinamento
37 h) Nuovo Museo navale in Imperia Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Indirizzo e coordinamento
37 i ) Centro culturale polivalente di Villa Grock in Imperia Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Indirizzo e coordinamento
37 m) Campo da golf in Diano Marina Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 n) Cittadella dello sport di Pian di Poma - Sanremo (PRUSST del Pon.Ligure) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Indirizzo e coordinamento
37 o) Polo sportivo ex Caserme Revelli di Taggia Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 p) Polo turistico- sportivo zona S. Lazzaro- ex Ferriere in Imperia (ampliamento e valorizzazione offerta esistente) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 q) Piste coperte per il pattinaggio su ghiaccio a Pigna e Pornassio (Case di Nava) Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Previsione di orientamento
37 r) Palafestival in Sanremo nella ex stazione FS (PRUSST del Pon.Ligure) Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 s) Polo a prevalente finalità d'attrazione turistica ex Caserma Camandone in Diano Castello Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Indirizzo e coordinamento
37 t) Polo riabilitativo nell'ex Ospedale di Costarainera (ASL 1) Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Previsione di orientamento
37 u) Funivia di M. Bignone in Sanremo Indicazione Come da vigenti disposizioni legislative e pianificatorie Previsione di orientamento
37 v) Seggiovia di Monesi in Triora Progetto strategico A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma Indirizzo e coordinamento
37 z) Campo da golf a Nava (Pornassio) Indicazione A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma orientamento

 

 

PROPOSIZIONE N° 38

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

RIQUALIFICAZIONE VIABILITA' PRINCIPALE D'INTERESSE TURISTICO

DESCRIZIONE Identificate le infrastrutture di valenza principale ai fini dell'offerta turistica territoriale, l'obiettivo è l'adeguamento del livello prestazionale per lo specifico ruolo, attraverso in particolare la realizzazione di qualificate opere complementari (es. piazzole panoramiche di fermata, complementi d'arredo), necessarie per la fruizione turistica.
TIPO Progetto strategico (Provincia e Comuni interessati)
PROCEDURE ATTUATIVE Vedi art. 38 delle N.A. A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

 

 

PROPOSIZIONE N° 39

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

SISTEMA DEI PERCORSI PEDONALI -CICLABILI PER LA FRUIZIONE ESCURSIONISTICA:
39 a) Rete dei sentieri di interesse provinciale
39 b) Rete mountain-bike di interesse provinciale

DESCRIZIONE Si riferisce al coordinato sviluppo, secondo una visione di sistema, di interventi per la messa in efficienza di sentieri e piste anche funzionali alla creazione di itinerari turistici tematici
TIPO Progetto strategico (Provincia)
PROCEDURE ATTUATIVE A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Indirizzo e coordinamento

Oltre all'indispensabile acquisizione di condizioni di funzionalità e sicurezza, deve essere considerata la qualità d'immagine che si offre al turista fruitore. Le percorrenze (piste e sentieri) e relativi elementi d'appoggio (aree di sosta, ripari) e necessari complementi d'arredo (segnaletica, indicazioni, fontane…) sono individuate quale rete principale di appoggio (per la creazione di itinerari di lunga percorrenza) e selezionate in relazione alla distribuzione sul territorio di valori ed attrazioni emergenti, alla vocazionalità morfologica, alla presenza di ricettività e borghi abitati, ai collegamenti con la rete TPL o con le principali vie di accesso su strada.
Tali percorrenze vanno adeguatamente tutelate e manutenute; per esse si applica l'articolo 39 delle N.A. e le correlate linee guida per la segnaletica.

 

PROPOSIZIONE N° 40

SETTORE TEMATICO Turismo
DENOMINAZIONE

INDIVIDUAZIONE E MONITORAGGIO DEI FABBISOGNI FORMATIVI ED OFFERTE D'IMPIEGO IN RELAZIONE ALL'ATTUAZIONE DELLE PROPOSIZIONI DEL PIANO IN CAMPO TURISTICO E FILIERE COLLEGATE

DESCRIZIONE L'obiettivo dell'azione è di rendere operativa una rete integrata, tra i più soggetti cointeressati allo sviluppo di opportunità d'impiego, di analisi degli scenari, in previsione e in realizzazione, di progetti o iniziative aventi incidenza in scala territoriale. Ciò a partire dalle più immediate prospettive delineate nel Piano per il settore del Turismo, ma con applicabilità anche agli altri campi d'attività.
TIPO Area di qualificazione
PROCEDURE ATTUATIVE A progetto pienamente definito si procede in via ordinaria o mediante Conferenza dei Servizi o Accordo di Programma
EFFICACIA DELLE PREVISIONI Previsione di orientamento

Stante il quadro in essere di pluralità e diversificazione delle azioni e degli attori che si occupano delle politiche del lavoro, ivi inclusa la formazione, si è presa coscienza che solo agendo “a sistema” e in più diretta comunicazione con le grandi iniziative in fieri di sviluppo territoriale si possono conseguire risultati significativi, per qualità e ordine di grandezza.

© 2020 Provincia di Imperia · Sito realizzato e gestito dal Servizio Sistema Informativo in collaborazione con la Provincia di Savona