Sito Ufficiale della Provincia di Imperia - giovedì 23 novembre 2017
Home Provincia di Imperia
Home Space Istituzione Space Aree tematiche Space Servizi Space Provincia in rete Space Informazioni Space Ricerca Space Mappa Space Area riservata
Space

 




Misura 2.2 – PREVENZIONE DEI RISCHI
DESCRIZIONE
La quasi totalità del territorio transfrontaliero è fortemente sottoposta a rischi naturali e tecnologici. Con questa misura si intende rafforzare la cooperazione per la prevenzione degli eventi calamitosi e per la gestione delle emergenze.
Obiettivo generale: Coordinare e migliorare l’efficacia dei dispositivi di prevenzione dei rischi naturali e tecnologici e degli interventi di emergenza
Obiettivi specifici:
- Approfondire, divulgare e rendere accessibili le conoscenze acquisite in materia di rischi
- Rafforzare l’informazione e il coinvolgimento della popolazione
- Migliorare la messa in sicurezza del territorio transfrontaliera
- Consolidare i rapporti tra le strutture coinvolte a fini operativi

TIPOLOGIE DI AZIONE
1. interventi per l’armonizzazione e la condivisione delle fonti di dati, messa in comune di sistemi per il monitoraggio e la prevenzione dei rischi e per l’allerta;
2. azioni di sensibilizzazione, informazione e formazione della popolazione e degli operatori in materia di prevenzione dei rischi e di gestione delle emergenze;
3. realizzazione di sistemi comuni per il monitoraggio e la prevenzione dei rischi emergenti correlati ai cambiamenti climatici;
4. sviluppo di strumenti per gestire il trasporto di sostanze pericolose in territori “sensibili”;
5. realizzazione di dispositivi di allarme e di servizi di intervento transfrontalieri;
6. scambi di esperienze e di personale anche con esercitazioni pratiche e simulazioni congiunte.

MODALITÀ ATTUATIVE E PRIORITA’
La misura sarà attuata attraverso le tre procedure previste dal PO: progetti singoli (bando di gara), PIT (invito a presentare proposte), progetti strategici (a regia).

BENEFICIARI
Stato francese, Regioni, Province e Dipartimenti, enti locali, e altri enti pubblici responsabili della difesa, pianificazione e gestione del territorio (servizi geologici, difesa del suolo, gestione bacini idrici, viabilità, …) Soggetti compatibili con le finalità della misura (Protezione civile, soccorso alpino, organizzazioni di volontariato, ...)

MODALITA’ DI FINANZIAMENTO
I tassi di aiuto indicati si applicano ai piani finanziari di ogni beneficiario a titolo delle procedure Progetti singoli, PIT e Progetti strategici.

Totale

Contributo pubblico massimo

Autofinanziamento minimo

100%

90%

10%

 

Fesr 74%

Nazionale (I+F) 26%

 

REGIMI DI AIUTO
Gli aiuti di Stato saranno accordati in base ai regolamenti CE n. 68 (“applicazione degli art. 87 e 88 del trattato Ce agli aiuti destinati alla formazione”), e 70 (“applicazione degli art. 87 e 88 del trattato Ce agli aiuti di importanza minore in favore delle piccole e medie imprese”) del 12/1/2001 (pubblicati sulla GUCE n. L10 del 13/1/2001) e al regolamento CE n. 1998 (“applicazione degli art. 87 e 88 del trattato Ce agli aiuti di importanza minore”) del 15/12/2006 (pubblicato sulla GUUE n. L379 del 28/12/2006)

CODICI UE
53 - Prevenzione dei rischi (inclusa l’elaborazione e l’attuazione di piani e provvedimenti volti a prevenire e gestire i rischi naturali e tecnologici)

INDICATORI

Indicatori di realizzazione

Unità di misura

Risultato atteso

Progetti per la prevenzione dei rischi

13
Soggetti attuatori 45
 

Indicatori di risultato

   
Azioni di sensibilizzazione e informazione 8
Sistemi informativi e banche dati
Strutture che operano nei sistemi
Operatori coinvolti negli scambi


10
30
160



 

designdesigndesign
design
design
designdesigndesign
design
  Rainbow